INAUGURAZIONE DELLA NUOVA GESTIONE DEL CIRCOLO RICREATIVO DI BEROIDE DI SPOLETO

da Alfredo Andreani

Si è svolto sabato 27 aprile 2024 l’evento di inaugurazione della nuova gestione del Circolo ricreativo di Beroide di Spoleto in una cornice di numerosa partecipazione sia della locale comunità sia di quelle delle aree circonvicine.
Il forte interesse dimostrato conferma l’importanza del Circolo come luogo di ritrovo per la popolazione, soprattutto per i giovani in cerca di spazi adatti alla socializzazione.
La cerimonia inaugurativa è stata moderata da Alfredo Andreani, socio del Circolo. Hanno preso la parola il Presidente del Circolo di Beroide, Marco Ceccaroni; la Presidente della Pro Loco di Beroide, Marina Mazzocchi; il consigliere comunale di Spoleto, Federico Cesaretti; il Vice Sindaco di Spoleto, Stefano Lisci; il Sindaco di Spoleto, Andrea Sisti e l’Europarlamentare Camilla Laureti.
Il presidente del Circolo di Beroide, nel suo intervento, dopo aver ringraziato i precedenti responsabili, ha delineato le iniziative che caratterizzeranno la nuova gestione, evidenziandone una marcata inclinazione sociale.
La Presidente della Pro Loco ha annunciato che quest’anno, nella settimana a cavallo tra luglio e agosto, dopo alcuni anni di sospensione, si terrà nuovamente la Sagra dell’Anguilla e del Gambero di Fiume.
Gli interventi del Sindaco Sisti, del Vice Sindaco Lisci e del consigliere Cesaretti sono consistiti principalmente in precisi impegni per concretizzare investimenti pubblici a beneficio del territorio di Beroide, a partire dalla realizzazione di una palestra nelle adiacenze dell’edificio che ospita la scuola primaria e dell’infanzia (quest’ultimo recentemente ristrutturato), fino ad altri interessanti programmi di rigenerazione del centro storico frazionale.
L’on. Camilla Laureti ha dichiarato il suo impegno per sostenere fattivamente le comunità locali come quella di Beroide, considerate vere e proprie ricchezze di cultura e socialità.
Si è avuta una particolare sottolineatura di applausi quando, nel corso degli interventi, è stato ricordato Pietro Laudini, recentemente scomparso, il quale per lunghi anni aveva ricoperto la carica di presidente della Pro Loco di Beroide, portando la Sagra dell’Anguilla e del Gambero di Fiume a importanti successi di critica e di pubblico.
Il Pievano della competente Pievania territoriale di S. Giacomo – Mons. Alessandro Lucentini – ha partecipato con un discorso sul tema di come una comunità deve sapersi unire e orientare al bene comune, dopodiché ha impartito a tutti la benedizione cristiana.
Durante l’evento è stata presentata anche la squadra di calcetto di Beroide e disvelata la nuova maglia sociale sponsorizzata dalla Pro Loco e dal Circolo ricreativo stesso.
Obiettivamente, stando agli applausi registrati, il pubblico ha mostrato di apprezzare tutti gli interventi.
Tra il pubblico erano presenti anche gli assessori del Comune di Spoleto, Danilo Chiodetti e Agnese Protasi, il Presidente dell’ASE Spoleto, Roberto Paulucci e i consiglieri comunali di Spoleto Vania Buffatello, Nadia Fibraroli e Paolo Piccioni.
La serata è proseguita con un ricco rinfresco offerto dal Circolo di Beroide, seguito da un torneo di burraco che ha coinvolto 28 partecipanti. Per la cronaca, il torneo è stato vinto da Roberto Emili e Nazzareno Bosi, premiati, ciascuno, con un prosciutto.
A testimonianza del clima di amicizia che ha caratterizzato l’evento inaugurativo, si riporta, di seguito, una piccola nota di colore.
Ad un certo punto della serata, il Sindaco e il Vice Sindaco, dopo aver adempiuto alle funzioni istituzionali richieste dal loro ruolo, hanno deciso di concedersi qualche minuto di svago accettando una “sfida” lanciata loro, poco prima, da due beroitani, Marco Ceccaroni e Federico Cesaretti. La sfida consisteva in una partita a carte, precisamente a briscola e tressette, da giocarsi a coppie: due beroitani contro i rappresentanti della città.
Si consideri che non troppo tempo fa è stato pubblicato dalla Pro Loco un libro narrante la storia di Beroide nel tardo Medioevo (Beroide e il giro delle sette chiese), i cui contenuti sono dunque freschi nella memoria dei lettori locali; la partita a carte di cui stiamo scrivendo, perciò, ha naturalmente, in qualche modo, simbolicamente evocato agli occhi divertiti di molti astanti, gli antichi conflitti tra Beroide e Spoleto, naturalmente in un contesto attuale giocoso e amichevole.
L’esito della partita – sebbene sia stato netto e sul quale sorvoliamo – è stato di minore importanza rispetto al più rilevante segno di vicinanza e condivisione emerso.
Il contesto in cui si è svolta l’inaugurazione è apparso ideale per immaginare un futuro promettente per il Circolo di Beroide come luogo di incontro, svago e sviluppo culturale e sociale.
Siamo certi che l’impegno del nuovo presidente del Circolo di Beroide, insieme a quello dei soci, sarà all’altezza delle aspettative.

10

Immagine 2 di 15

You may also like

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo, si è d'accordo con l'archiviazione e il trattamento dei suoi dati da parte di questo sito web.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.